Panfilo adozione del cuore, 6 anni, cieco in canile. Salviamolo

12/10/2017
Salva nei preferiti Preferito
DETTAGLI
Comune: Torino
DESCRIZIONE
Panfilo, 6 anni, cieco in canile.
Salviamolo!
URGENTE, ADOZIONE DEL CUORE PER PANFILO, 6 ANNI, CIECO IN CANILE. SALVIAMOLO,
QUI PER LUI LA VITA E' UNA PRIVAZIONE SENSORIALE E UNA SOFFERENZA CONTINUA.
Lui si chiama Panfilo ed è un cane stupendo, intelligente, sensibile, buonissimo, bravissimo oltre che molto bello.
Ha sei anni e vive in canile..
Panfilo è dichiarato meticcio ma sembra un cane di razza nordica … forse un husky con colori fuori standard …
potremmo ipotizzare che sia uno scarto di allevamento regalato a qualche romano che l’ha successivamente abbandonato infatti è stato trovato in un quartiere affollato e super urbanizzato.
Troviamo in lui purtroppo due malattie che sappiamo essere temute in queste razze nordiche e che a volte sono genetiche.
Non sappiamo se questo è il suo caso comunque il povero dolce Panfilo ha una malattia agli occhi, una atrofia progressiva della retina che lentamente l’ha reso cieco.
Inoltre si sono verificate delle crisi epilettiche ma con il medicinale che assume l’epilessia al momento è sotto controllo.
Abbiamo letto che l’epilessia e problemi oculari tipo questo di cui soffre Panfilo sono molto temuti nelle razze di cani nordici.
Aiutateci ad offrirgli una possibilità di vita fuori dal canile, e a far arrivare il suo appello alla persona giusta…
Panfilo è un cane intelligentissimo, con tantissime qualità, che potrebbe essere felicemente adottato, naturalmente da persone esperte che sappiano prendersene cura e che abbiano il cuore di interessarsi di una creatura senziente che ha bisogno anche più degli altri di non vivere in una cella di canile.
Essere ciechi e vivere in canile è una cosa terribile.
Qui i cani non escono mai dai box di cemento, non camminano, non passeggiano. Non ci sono profumi da odorare, mani che accarezzano per rassicurare, pappe buone e passeggiate.
E un cane cieco può vivere solo di queste cose, gli altri sensi, perché la vista gli è preclusa.
Per questo lasciare un cane cieco in canile è una crudeltà, una privazione sensoriale infinita aggravata da una quasi assoluta solitudine.
In canile, anche mangiare e bere per un cane cieco diventa difficile, a volte impossibile.
Panfilo è buonissimo, dolce, bisognoso di tutto.
Salviamolo, portiamolo a casa.
Lui ci seguirà, seguirà la nostra voce, verrà al guinzaglio tranquillo.
Solo dalla sua dolcezza smarrita sapremo di avere salvato un cane cieco, di averlo fatto uscire dall'inferno per portarlo alla vita.
Cristiana 3396094625 se non rispondo mandare sms
Anna 3343655706 annabianca50@gmail.com
adozioni.animalinsieme@gmail.com
Leggi tutto Nascondi
RISPONDI
RISPONDI
Bakeca Consiglia

Annunci gratuiti a Torino