Moby Dick, Herman Melville, Aristea Editrice 1956.

8 €
12/10/2017
Salva nei preferiti Preferito
DETTAGLI
Prezzo: 8 €
Inserzionista:  Privato
Tipo di annuncio:  Vendo
Annuncio per:  Libri
Comune: Torino
DESCRIZIONE
HERMAN MELVILLE

MOBY
DICK

Acura di
GIAMPAOLO TOLOMEI

ARISTEA – EDITRICE – MILANO
Luglio 1956


Copertina rigida tutta tela rossa con titoli in oro al dorso, pagine 905, formato cm. 19,5X26,5X5.

Stato di conservazione: OTTIMO come mostrano le immagini.


Herman Melville (New York, 1º agosto 1819 – New York, 28 settembre 1891) è stato uno scrittore, poeta e critico letterario statunitense, autore nel 1851 del romanzo Moby Dick, considerato uno dei capolavori della letteratura americana.

Moby Dick o La balena è un romanzo del 1851 scritto da Herman Melville.
Il libro, capolavoro della letteratura americana della cosiddetta American Renaissance, fu pubblicato in due versioni differenti nel 1851: in ottobre a Londra - dall'editore Bentley - col titolo The Whale ("La balena") con modifiche fatte dall'autore e dall'editore per emendare il testo dalle parti considerate oscene, blasfeme e dalle ironie verso la Corona britannica; in novembre a New York - presso l'Editore Harper & Brothers - col titolo definitivo Moby-Dick, or The Whale ("Moby Dick, ossia la balena"), ma soggetta a vari passaggi di mano ed errori di copiatura.
Il romanzo, dedicato all'amico Nathaniel Hawthorne, fu accolto assai tiepidamente dai lettori: alla morte di Melville, nel 1891, ne erano state vendute poco più di tremila copie.
In una lettera a Hawthorne, Melville definiva il suo romanzo come il "libro malvagio" poiché il protagonista del racconto era il male, della natura e degli uomini, che egli però voleva descrivere senza rimanerne sentimentalmente o moralmente coinvolto.
La trama del libro si può riassumere assai brevemente come il viaggio di una baleniera, il Pequod, comandata dal capitano Achab, a caccia di balene e capodogli, e in particolare della enorme balena bianca (in realtà un capodoglio), che dà il titolo al romanzo, verso la quale Achab nutre una smisurata sete di vendetta. Tuttavia in Moby Dick c'è molto di più: le scene di caccia alla balena sono intervallate dalle riflessioni scientifiche, religiose, filosofiche e artistiche del protagonista Ismaele, alter ego dello scrittore, che trasforma il viaggio in un'allegoria e al tempo stesso in un'epopea epica.
Sul modello dell'opera settecentesca Tristram Shandy di Laurence Sterne, demistificatore del romanzo, genere letterario più in voga ai suoi tempi, anche l'opera di Melville vuole essere fuori dagli schemi tradizionali narrativi: il contenuto enciclopedico e allo stesso tempo fortemente digressivo richiede che la lettura sia accompagnata dall'interpretazione, in quanto l'autore utilizza un gran numero di citazioni di storie epiche, shakespeariane, bibliche che rendono Melville quasi un precursore del modernismo, come quello in particolare di James Joyce.
Moby Dick fu tradotto in italiano per la prima volta nel 1930 dallo scrittore Cesare Pavese che non riuscì a farlo pubblicare. Solo nel 1932 l'editore Carlo Frassinelli lo fece stampare nella sua neonata casa editrice come primo titolo della collana Biblioteca europea diretta da Franco Antonicelli. La prima traduzione integrale italiana fu di Pietro Meneghelli, nel 1995, per le edizioni Newton. A fine 2015, per Einaudi, è stata pubblicata un nuova traduzione integrale italiana, opera di Ottavio Fatica.



Spese di spedizione Euro 2 con posta "piego di libri" opportunamente protetto in custodia di cellofan e inviato dentro apposita busta postale imbottita a bolle d'aria.

NON E’ PREVISTA LA CONSEGNA BREVI MANU

Pagamento:
postepay
bonifico bancario
vaglia postale
RISPONDI
RISPONDI
Bakeca Consiglia

Annunci gratuiti a Torino